Ogni sapere è morto se non si muove da un uomo all'altro, da un mondo all'altro, da un cuore all'altro...

Danze indiane in Italia

एवं सङ्कल्प्य भगवान् सर्ववेदाननुस्मरन्।
नाट्यवेदं ततश्चक्रे चतुर्वेदाङ्गसम्भवम्॥ १।१६

जग्राह पाठ्यमृग्वेदात्सामभ्यो गीतमेव च।
यजुर्वेदादभिनयान् रसानाथर्वणादपि॥ १।१७
भरतमुनिनाट्यशास्त्र 
"Avendo organizzato in questo modo tutto e richiamando alla memoria tutti i Veda, il Beato creò il Nāṭyaveda, originato dalle membra degli [altri] quattro Veda. Prese ciò che deve essere recitato dal Ṛgveda, dai sāman (Sāmaveda) ciò che deve essere cantato, l’azione drammatica (abhinaya) dallo Yajurveda e infine il gusto (rasa) dall’Atharvaveda".
(Nāṭyaśāstra 1.16-17) 
Traduzione di Pietro Chierichetti





In Italia è ormai molto diffusa la pratica di attività coreutiche provenienti dal subcontinente indiano. 
Queste tradizioni sono molteplici e la storia della danza e del teatro in India è estremamente complessa. Danze indiane, danze hindū, danze del subcontinente: sotto vari nomi è nota ormai in Europa e in Italia questa disciplina.
Raccogliamo qui un elenco di siti attraverso i quali avvicinarsi a questa importante tradizione culturale.



Il sito di Antonella Usai, tra le più grandi interpreti di Bharata Natyam (e non solo) in Occidente: apprezzatissima anche in India, Antonella Usai unisce una solida formazione di danza classica e moderna alla grande competenza in ambito teorico e pratico relativamente alle culture coreutiche indiane.  l'Associazione Nad è nata nel 1998 ed è animata oltre che da Antonella Usai anche da Elena Picco e Roberta Cipriani. E' un laboratorio di creatività a tutto tondo che sperimenta e propone ogni anno un ricchissimo menu di attività. Oltre al Bharata Natyam vengono proposti corsi di yoga e seminari di vario tipo dedicati alla danza moderna.






L'Associazione "Sagome Teatro" annovera tra le sue collaboratrici Lucrezia Maniscotti che da anni fa conoscere in Italia la tradizione della danza indiana Bharata Natyam. Le proposte culturali di Lucrezia Maniscotti uniscono un costante perfezionismo tecnico ed espressivo a grandi conoscenze teoriche: ha studiato e danzato in India ottenendo grandi riconoscimenti. Interessantissima la proposta di Bharata Natyam per bambini!






Il nome dice già tutto: Haru Kugo è una delle più famose interpreti di danza Bharata Natyam in Italia. Celebre in tutta Europa, Haru Kugo viene dalla scuola di Monica Gallarate ma ha poi proseguito nello studio e nella pratica in India e vanta uno dei curriculum più straordinari tra gli interpreti contemporanei. Svolge attività e performance in tutta Italia: ospite fissa di manifestazioni, associazioni e festival, Haru Kugo si rivela come una delle più talentuose interpreti di Bharata Natyam in Italia.







Jaya è un'associazione recente che però si segnala per un'attività unica non solo in merito alla danza Bharata Natyam, ma anche per lo Yoga, la musico-terapia, etc. Giuditta de Concini, che anima i corsi dedicati alla danza, ha studiato a lungo in India e ha partecipato a numerosissime iniziative di diffusione della cultura indiana in Italia. Interessanti anche le proposte di Yoga, specie lo Yoga Kundalini e lo Yoga Sivananda.






http://monicagallarate.wordpress.com/

Monica Gallarate è un'autentica autorità nell'ambito della danza indiana in Italia. Ballerina di grande esperienza e geniale promulgatrice di culture hindū in Italia, Monica Gallarate è soprattutto eccezionale scopritrice di talenti e nella sua lunga carriera ha formato decine di danzatrici. Il suo ruolo nella storia delle danze indiane in Italia è senza paragoni, autentica pioniera del settore, a lei devono molto le più note e talentuose danzatrici di Bharata Natyam italiane.






Interessante proposta di danze "gyspy" del Rajasthan e non solo: la prima scuola in Italia a proporre tradizioni coreutiche Kalbeliya, Goomar, Naga Dance, Sapera. E' possibile inoltre seguire corsi dedicati alla danza nel mondo di Bollywood. Maya Devi, insegnante e danzatrice, è membro dell'International Dance Council e ha studiato a lungo in India. Corsi a Milano e a Palermo.






Per gli amanti di Bollywood! Valentina Manduchi propone questa particolarissima e coloratissima esperienza agli appassionati italiani. Valentina Manduchi si è perfezionata in India con maestri del calibro di Kunti Devi,  Saroj Khan, Prashant Shah e molti altri. Apsara Bollywood Dance è stata la prima compagnia a divulgare questa cultura teatrale e coreutica in Italia. Ogni anno viene proposto uno spettacolo unico, "Viaggio nell'India che danza"®. 







Sul blog di Daria Mascotto una serie di informazioni sul progetto Kishkindha, che mette insieme Yoga e danze dell'India. Numerose le attività e le proposte di quello che vuole essere un costante progetto di ricerca sulle danze esplorate in senso antropologico, artistico, sociale e pedagogico. Dopo un solido percorso di studi, nel 2006 incontra il Bharata Natyam e inizia a perfezionarsi studiando con Marcella Bassanesi, Selvi Sakar. Collabora con il Teatro Trebbo di Milano, con La Sala dei Tanti e ha partecipato come curatrice scientifica a progetti di SlowFood.









Swamini Atmananda Giri tiene lezioni di danza presso il celebre monastero hindū di Altare (SV) (http://www.ashramgita.com/) dove risiede in quanto monaca straordinariamente autorizzata a danzare. Ha studiato a Pondicherry con Amma Savitr  Nair e Menakashi Devi. Oltre al Bharata Natyam Atmananda pratica la danza Kuchipudi dopo anni di studio a Chennai con maestri del calibro di Vempatti Chinna Satyam. Si esibisce durante le più importanti festività induiste in Italia.





http://www.natanavedica.it/

Natana Vedica è nata nel 2000 ed è guidata da Maresa Moglia, tra le prime in Italia a proporre danze indiane. Raccoglie l'insegnamento di Krishnaveni Lakhsmanan che ha insegnato al celebre Kalakshetra, l'Accademia delle Arti in India con sede a Chennai. Maresa Moglia ha seguito un iter prettamente tradizionale studiando per lunghi anni con Krishnaveni secondo il tipico modello indiano guru-śiśya. Innumerevoli i progetti, gli spettacoli e le performance: lo spettacolo "Sanatana", di cui Maresa ha curato la coreografia, ha debuttato nel 2001 al Queen Elizabeth Hall di Londra. Ricchissima l'offerta di corsi, pregevole l'intreccio di dimensioni teoriche e aspetti tecnico-pratico.




Fondata nel 2011 da Marianna Biadene, l’ Associazione Gamaka  opera a livello nazionale nei settori della produzione artistica, della ricerca e della promozione delle arti performative classiche indiane. L’associazione è impegnata da anni nella diffusione delle arti performative indiane: oltre ai corsi liberi di danza bharatanatyam, l'Associazione organizza regolarmente incontri formativi di alto livello (per danzatori e professionisti) con Maestri indiani di fama internazionale.  L’associazione è responsabile organizzativa del Festival NATYAKALA (http://natyakala-ve.blogspot.it/) pregevole rassegna sulla tradizioni musicali e teatrali dell’India, presentata annualmente a Venezia con la partecipazione di artisti di richiamo internazionale ospiti dall’India.



Progetto curato da Marcella Bassanesi: in collaborazione con l'Ufficio Indiano del Turismo e alcune tre le più importanti università italiane, Apsaras riunisce danzatori, attori e musicisti e propone un ricco calendario di spettacoli e di attività di formazione. Si tratta di un progetto a tutto tondo dedicato alle arti sacre dell'India: oltre ai corsi di danza sono attivati anche corsi di yoga. Marcella Bassanesi, che tra le altre cose ha speso molti anni come educatrice in progetti dedicati a ragazzi con disabilità, organizza un particolare e interessantissimo corso di danza per ragazzi sordi.




Danzatrice di solida e pregiata formazione, Marianna Biadene ha studiato bharatanatyam in Italia con Savitri Nair,  e successivamente in India con maestri della prestigiosa Accademia Kalakshetra  (Pushpa Shankar, Ambika Buch). Trascorre 12 anni a Londra, dove approfondisce la formazione in danza classica e contemporanea  presso il The Place School of Contemporary Dance, e in danza bharatanatyam presso il Bhavan Centre, con Anusha Subramanyam e Stella Uppal-Subbiah. Si perfeziona con soggiorni di studio in India ed Europa con maestri di fama internazionale: C.V. Chandrasekhar, N.S. Jayalakshmi, Meena Raman, Leela Samson e Bragha Bessel. Dal 2004-08 lavora nella Beeja Dance Company (Londra), presentando spettacoli in Gran Bretagna e all’estero. Partecipa a festival internazionali come danzatrice solista o in collaborazione con artisti di fama: Anusha Subramanyam, Pushkala Gopal, Sri Prathap, Anuj Mishra, Neha Singh, Arjun Mishra, Svamini Atmananda, Hiten Mistry, Nihar Mehta, Sandip Chatterjee, Pramita Mallick, Rishi Banerjee, Soumik Datta. In Italia si esibisce regolarmente in teatri e nell'ambito di importanti manifestazioni artistiche e culturali. Marianna è Presidente dell’Associazione Gamaka, e Direttore Artistico del Festival Natyakala. 





SITI DIDATTICI E INFORMATIVI




Sito a tutto tondo dedicato alle danze originarie del subcontinente

http://www.edscuola.it/archivio/ped/salute/danza.html

Pagina sulle danze in India per le scuole.

http://www.indiatourismmilan.com/lamusicaeladanza.0.html

Danza e musica in India dal sito dell'Ufficio Nazionale del Turismo indiano (Milano).


CONSIGLI MINIMI DI LETTURA IN ITALIANO

Libri


Nandikeśvara, Abhinayadarpaṇa, Alfredo Ferrero Editore, Ivrea, 2010.
M. Sarabhai, Comprendere il Bharatanatyam, Alfredo Ferrero Editore, Ivrea, 2010.


Riviste

http://www.asiateatro.it/india/

Sito web e rivista online

http://antropologiaeteatro.unibo.it/

Rivista online dedicata ad argomenti con antropologia e teatro come denominatori in comune.




Si ringraziano le danzatrici per la gentile concessione delle immagini.




Nessun commento:

Posta un commento